macbook-624707_1280

Web Applications

APPLICAZIONI DIGITALI (WEB APPLICATIONS)

 

MKTG Impresa ha lo scopo di instaurare un vero e proprio rapporto diretto con i propri clienti cercando di spiegare i concetti del mondo digitale NON usando acronimi o complicati termini inglesi ma una terminologia semplice in lingua Italiana accessibile a tutti i non addetti ai lavori in questo campo.

Pertanto, ci siamo permessi di mettere online alcune storie vere ed altre di nostra totale o parziale invenzione per tradurre dei concetti complicati in una narrazione esplicativa semplice.

 

NARRAZIONE (STORY TELLING) DI:

APPLICAZIONI DIGITALI (WEB APPLICATIONS)

 

Il nostro Mr. G. amante della buona tavola ed alla soglia dei 40 anni ha sentito la necessità di mettersi in forma frequentando una piccola palestra vicino a casa. Un posto ideale dove investire il proprio tempo per la cura del corpo e della mente. Un luogo familiare frequentato da non molti iscritti specialmente nelle fasce orarie più gettonate.

Questa palestra offre anche corsi di gruppo per tonificazione, ballo e tante altre discipline.

Mr. G. incuriosito dal pilates ha chiesto di prendere parte a dei corsi che si sarebbero dovuti svolgere durante la settimana in orari differenti. Dopo aver preso nota ha dovuto mandare un messaggio WhatsApp alla titolare che gli avrebbe confermato la disponibilità o se pieno messo in una lista d’ attesa nel caso qualcuno cancellasse.

Dopo aver ricevuto la conferma alla partecipazione la titolare lo chiama per comunicargli che aveva fatto un errore di conferma e che effettivamente non c’era più posto per la data preferita. Mr. G. non ci ha fatto molto caso all’inizio anche se il disservizio c’era ed aveva concatenato una serie di spostamento di eventi nella sua vita privata.

La stessa cosa succede un mese dopo e non solo a lui. La titolare della palestra è una donna molto attiva a cui piace dirigere direttamente alcuni dei suoi corsi e seguire personalmente i propri iscritti durante l’allenamento. Molte responsabilità interconnesse che portano verso una confusione nella gestione dei corsi e dei propri impegni sia lavorativi che privati.

Nello spogliatoio già aleggiava il malumore tra gli iscritti a causa della disorganizzazione della titolare e la voglia di cambiare palestra verso strutture più organizzate.

Dopo essere entrato in confidenza con la titolare che era anche una buona amica di sua moglie ha voluto informare Monica T. di quello che pensavano gli iscritti della gestione dei servizi e dei disagi che indirettamente avevano a livello privato.

La titolare ha confidato di temere una diminuzione degli iscritti a causa della sua disorganizzazione e dell’impossibilità di assumere nuovi dipendenti per limiti economici.

A questo punto Mr. G. si fa avanti con una soluzione che avrebbe risolto i problemi di Monica T.:

creare un’applicazione che convogliasse tutti i corsi e servizi della palestra in un’unica piattaforma (GESTIONALE/APPLICAZIONE) e che desse la possibilità ai corsisti ed iscritti di gestire in maniera diretta ed autonoma la partecipazione a qualsiasi attività offerta. Incluso anche la cancellazione e la messa in attesa nel caso qualche corso fosse al completo.

Con un investimento pari a due stipendi di un dipendente La titolare aveva risolto il problema più grande che l’attanagliava dedicando più tempo alla sua vita privata ed azzerando le lamentele da parte degli iscritti.

 

 

SPIEGAZIONE TECNICA

fonte: WIKIPEDIA

Link: https://it.wikipedia.org/wiki/Applicazione_web

 

Una applicazione web (web application in inglese, abbreviato web app), in informatica ed in particolare nella programmazione web, indica genericamente tutte le applicazioni distribuite ovvero applicazioni accessibili/fruibili via web per mezzo di un network, come ad esempio una Intranet all’interno di un sistema informatico o attraverso internet, cioè in una architettura tipica di tipo client-server, offrendo determinati servizi all’utente client.